Confederazione Sindacale A.G.L. Alleanza Generale del Lavoro

Confederazione Sindacale A.G.L. Alleanza Generale del Lavoro
(confederazione sindacale dei lavoratori) codice fiscale: 97624870156; atto costitutivo (e statuto) registrato presso l'Agenzia delle Entrate, DP I MILANO-UT di Milano 1, in data 04/06/2012, serie 3, n.7107- sede naz.le:Via Antonio Fogazzaro 1, sc.sin. 3° piano, 20135 Milano, tel.3349091761, fax +39/1782736932, Whatsapp 3455242051, e-mail agl.alleanzageneraledellavoro@gmail.com ; e-mail certificata: alleanzageneraledellavoro@pec.it

lunedì 26 novembre 2018

"Armare l'Europa". Ass. Naz. Volontari di Guerra, Milano, 5 dicembre, h.18.11. Con Gabriele Adinolfi e Arnaldo Ferrari Nasi



La questione della creazione di un esercito europeo è tornata di recente all'ordine del giorno del dibattito politico.
Quale validità dimostra ancora la Nato? E' necessario passare ad un esercito europeo o ad un tipo di alleanza militare fra i paesi europei che prescinda dall'Alleanza Atlantica? Come si pongono le relazioni con Russia e Cina? Quale peso ha la questione mediterranea?
Ne parleremo con Gabriele Adinolfi, già fondatore di Terza Posizione e direttore del Centro studi Polaris, e Arnaldo Ferrari Nasi, sociologo e ricercatore demoscopico, ufficiale superiore della riserva selezionata dell'Esercito Italiano.
Presiede Andrea Benzi
Mercoledì 5 dicembre, in Milano, alle ore 18.15, presso la nostra sede di Via Duccio di Boninsegna 21/23 (sala delle Associazioni).
Al termine confluiremo, con Gabriele Adinolfi, in un vicino locale per una "pizzata" sociale.
Vi aspettiamo
Andrea Benzi
Segretario Generale dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra
Presidente della Federazione provinciale di Milano


sabato 10 novembre 2018

lunedì 15 ottobre 2018

Mostra personale Filippo Soddu, 18 ottobre 2018

Siamo lieti di invitarvi


Giovedì 18 Ottobre 2018 
alle ore 21 presso la Gelateria Spini

all'inaugurazione della personale di
FILIPPO SODDU
Presenta: Prof.ssa Angela OCCHIPINTI





FRATELLI, DI CHE REGGIMENTO SIETE?




Mercoledì 24 ottobre 2018 dalle ore 11:00 alle 13:00



Milano, via San Barnaba 29 (Palazzina ANMIG)

Inaugurazione della mostra, ideata e creata dalla Federazione di Milano dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra, patrocinata dall'Ordine degli Avvocati, a ricordo e commemorazione dei 46 avvocati del Foro di Milano, caduti durante la Grande Guerra.
Nella foto, l'avv. Carlo Freguglia, caduto eroicamente a Flondar, Medaglia d'Oro al Valor Militare.
Il Presidente della Federazione provinciale dell'ANVG sarà relatore.
E' previsto un annullo filatelico speciale per la giornata.

ANVG: Programma prossime iniziative





Programma prossime iniziative

Un saluto a tutti.
Comunico le prossime iniziative da qui alla fine del mese ed ai primissimi giorni di novembre. 
1. Venerdì 19 ottobre, presso la sala delle Associazioni, alle ore 18:15 avremo un incontro di presentazione della "Storia d'Inghilterra" Dai Romani alla Regina Elisabetta) di Hilaire Belloc, pubblicato da OAKS Editrice. Relatori Luca Gallesi e Paolo Gulisano. Vedete locandina allegata.
2. Il 24 ottobre, grazie ad una nostra idea ed alla fattiva e concreta ricerca e organizzazione poste in essere da un comitato creato all'interno dell'ANVG, inaugureremo a Palazzo di Giustizia (Tribunale di Milano), presso la sala Gualdoni, la mostra "Fratelli di che reggimento siete?", mostra dedicata ai 46 avvocati del Foro di Milano caduti nella Grande Guerra. La mostra durerà fino al 31 ottobre (domenica non aperto) e sarà aperta con orario continuato dalle ore 09:00 alle ore 16:00. Il sabato 27 ed il mercoledì 31 ottobre, la mostra sarà aperta fino alle 15:00. 
Sempre il 24 ottobre, alle ore 11:00, si terrà l'inaugurazione solenne della mostra, con incontro pubblico presso il Salone Valente della Palazzina dei Mutilati ed Invalidi di Guerra (via Freguglia, angolo San Barnaba, ingresso da via San Barnaba). Sarò relatore nell'incontro (aprite allegato per maggiori informazioni). Saranno presente addetti postali che apporranno annullo speciale su cartoline ricordo o dell'ANVG.
Oltre a quanto sopra:
Sabato 20 ottobre,parteciperemo al raduno milanese di Assoarma che si sviluppa con una marcia attraverso le vie centrali di Milano, partendo dal concentramento di fronte al Castello Sforzesco.
Domenica 28 ottobre,potremo partecipare a Vittorio Veneto al raduno nazionale di Assoarma. 

Il 3 ed il 4 novembre saremo presenti, come ogni anno, a Militalia (Fiera di Novegro) con il nostro spazio espositivo.
Peraltro, domenica 4 novembre è previsto, in occasione del centenario della Vittoria, un incontro commemorativo presso la nostra sede, dalle 17 in poi(maggiori dettagli verranno comunicati). Oltre alla celebrazione comune del "4 novembre", commemoreremo il Volontario Alberto Riva, Medaglia d'Oro al Valor Militare, morto proprio l'ultimo giorno della guerra il 4 novembre 1918, ed esibiremo un quadretto patrimonio della nostra Federazione con scrittura autografa della madre.

Andrea Benzi



Segretario Generale dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra
Presidente della Federazione provinciale di Milano

 

mercoledì 10 ottobre 2018

OGNI MARTEDI' SERA....RICREA CUBA!


Il Martedì Cubano di Ricrea Cuba: Timba, Domino, Mojito, Pan con Lechon e tanta voglia di imparare e divertirsi …  Tutti i Martedì a partire dalle 20.30 in Milano, Via Parenzo, 7!
Asere que bola !!
La iscrizione a Ricrea Cuba costa 10 euro all'anno (3926604642)

domenica 7 ottobre 2018

Mercoledì 10 ottobre, h 19:00, "Rino Cozzarini: il primo Eroe"



Nel novembre del 1944 così pubblicava "La Domenica del Corriere" in copertina, a spiegazione di una bella tavola di Molino: "Sul fronte dell’Italia meridionale, in un assalto contro carri armati nemici annientati con la classica bottiglia di benzina e le bombe a mano, è caduto da eroe il tenente Rino Cozzarini da Venezia. Negli oscuri giorni dell’infausto armistizio egli aveva radunato – tra soldati sbandati, contadini e artigiani – circa settecento uomini formandone un battaglione che a fianco dei camerati germanici si è interamente sacrificato per l’onore della nuova Italia."
Cesare Cozzarini, detto Rino, era nato il 10 ottobre 1918 a Venezia. Volontario nella Guerra di Spagna e nella seconda guerra mondiale, tenente nel I Reggimento Bersaglieri, l'8 settembre 1943, in licenza a Milano, non si da alla macchia o alla fuga. Attraversa l'Italia e, giunto a Caserta, si attiva per raccogliere volontari che continuino la guerra al fianco dei Tedeschi. A Roma è il principale organizzatore, anche attraverso appelli alla radio, di un battaglione di volontari che si inquadra nella caserma "Trastevere". Inviato con i suoi soldati sul fronte campano, si distingue con valore nei combattimenti contro la V Armata americana.
Promosso per meriti di guerra a capitano e decorato con Croce di Ferro di II classe, muore il 10 novembre 1943 nei pressi di Mignano.
Filippo Tommaso Marinetti, pochi giorni dopo, avrebbe composto per lui la sua probabile ultima opera letteraria (sarebbe morto il 2 dicembre 1944): "L'Aeropoema di Cozzarini"
Fu decorato Medaglia d'Oro al Valor Militare da parte della Repubblica Sociale Italiana.
La Federazione di Milano dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra, in occasione del centesimo anniversario della nascita, ne celebrerà brevemente la figura e lo onorerà dando lettura della motivazione della massima onoreficenza conferitagli.

Mercoledì 10 ottobre, ore 19:00 in Milano, via Duccio di Boninsegna 21/23, piano rialzato.

Andrea Benzi

Presidente della Federazione provinciale di Milano dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra


sabato 6 ottobre 2018

giovedì 4 ottobre 2018

Scoglio di Quarto - mostra De Maria



Mercoledì 10 ottobre 2018 la galleria Scoglio di Quarto di Milano, via Scoglio di Quarto 4, Milano, inaugura dalle ore 18.00 con la personale di Mariangela De Maria. La mostra proporrà al pubblico recenti dipinti dell’artista.
La mostra è a cura di Alberto Barranco di Vadivieso
Mercoledì 17 ottobre alle ore 18,00 verrà proiettato il cortometraggio di Mariangela De Maria, a cura di Alberto Barranco di Valdivieso. Le riprese sono di Alessandro Lonati
Catalogo in gallerie con uno scritto di Giorgio Bonomi e testi di Alberto Barranco di Valdivieso e Mariangela De Maria.


NOTE BIOGRAFICHE
Mariangela De Maria è nata a Milano, dove vive e lavora. Diplomata in
Scenografia all’Accademia di Brera, inizia la sua carriera artistica con una
mostra collettiva a Palazzo Reale di Milano nel 1964 ma sarà nel 1965 che
inizierà professionalmente con il critico Giorgio Kaisserlian, fondatore del
movimento Informale Esistenzialista, che nello stesso anno la includerà nel
gruppo di artisti italiani scelti per essere presentati al Cremlino tra i quali
Lucio Fontana, Luciano Minguzzi, Gianni Dova, Bruna Gasparini, Gianfranco
Ferroni e Aldo Tagliaferro.
Ha esposto in numerose mostre personali in Italia e all’estero ed in collettive,
tra gli altri, con: Valerio Adami, Marc Angeli, Italo Antico, Giuliano Barbanti,
Mino Ceretti, Enrico Corneo, Mauro Cappelletti, Roberto Casiraghi, Ludovico
Calchi Novati, Robert Dunne, Enzo Esposito, Ennio Finzi, Attilio Forgioli,
Paolo Jachetti, Ugo La Pietra, Carlo Nangeroni, Armanda Verdirame, Claudio
Olivieri, Mario Raciti, Pietro Ruggeri, Alessandro Savelli, Mario Schifano,
Guido Strazza, Stan Van Steendam, Stefano Soddu, Valdi Spagnulo, Aldo
Tagliaferro, Valentino Vago, Claudio Verna.
Sue opere sono presenti alla Permanente di Milano e al Museo di San
Pietroburgo. E’ stata per due volte membro della Commissione Artistica della
Società delle Belle Arti – Museo Permanente di Milano.
Ha pubblicato tre volumi di poesie.
Hanno scritto di lei, tra gli altri: Flavio Arensi, Alberto Barranco di Valdivieso,
Giorgio Bonomi, Mauro Cappelletti, Jacqueline Ceresoli, Claudio Cerritelli,
Elena Dagani, Matteo Galbiati, Marilisa Di Giovanni, Marco Goldin, Rachele
Ferrario, Sara Fontana, Carla Chiara Friggo, Giorgio Kaisserlian, Gerard-
George Lemaire, Franco Migliaccio, Pietro Luca Nicoletti, Claudio Rizzi,
Stefano Soddu, Guido Strazza, Cristina Trivellin, Miklos Varga, Alberto Veca.


Dallo scritto di Giorgio Bonomi
Due cose colpiscono al primo sguardo delle opere di Mariangela De Maria: la
sostanziale monocromaticità e il senso di mistero provocato da una sorta di “squarcio”,
di “ferita” sull’opera, spesso al centro.( …)
In lei la monocromia, come accennato, non è assoluta, appare come effetto finale,
come risultato di una pittura complessa, “ricca” di colori, di pennellate, di sovrapposizioni,
di velature “classiche”. I toni ora risultano chiari e lirici, ora scuri e pensosi. È il colore
che crea le immagini o, meglio, le atmosfere: De Maria non costruisce figure
concretamente reali, riconoscibili, ma appunto ambienti mentali ed emozionali; nei suoi
quadri non è il disegno che costruisce l’ordito bensì il colore che, a sua volta,
definisce i segni e le articolazioni spaziali (…)
Giorgio Bonomi, direttore della rivista d’arte “Titolo” ha dedicato questo scritto alla mostra di Mariangela De Maria “Profondità di luce e colore”, che
doveva essere allestita nel mese di Marzo 2018 nel Salone degli Alabardieri del Palazzo Comunale di Cremona, poi non realizzata. Le opere erano
lavori del periodo 2012-2016, molto diverse da quelle dell’attuale mostra in catalogo. Il testo è un documento interessante dal punto di vista del raffronto
con i temi attuali del lavoro dell’artista.


Dal testo di Alberto Barranco di Valdivieso
Nei lavori precedenti di Mariangela De Maria, il colore era l’elemento primario e campo
di eventi solitari e perturbativi che, come ferite brillanti, sfrangiate o annerite, esprimevano una memoria densa
che fissava tutto il senso di una narrazione endogena, conclusa dentro il passato dell’artista.In questi nuovi lavori,
che ho scelto e che lo Spazio Arte Scoglio di Quarto ospita nelle sue sale,la sovrapposizione delle tracce
impresse nervosamente sulla carta con le tempere, le penne, i pastelli e l’ausilio di interventi termici,
diventa il sistema dialettico primario dell’opera. La tensione di raccontare e raccontarsi di De Maria si manifesta
oggi più che mai con un timbro segnico deciso. Il segno, impronta libera di un complesso e immaginifico
pensare, dirige su visioni finalmente lanciate verso l’esterno (usando il passato senza
essere usati da esso).Questo è un altro profondo; è quello dello spazio aperto dell’esperienza che troviamo fuori
di noi. Il riflesso delle cose e dei fatti della sua personale esperienza diventa il fulcro dell’argomentazione di una
genesi esogena e aperta della pittura (…)  


Inaugurazione: mercoledì 10 ottobre dalle ore 18,00 - Visitabile sino al 6 novembre 2018.
Aperto da martedì a venerdì: dalle ore 17.00 alle 19.30. o per appuntamento
Scoglio di Quarto, via Scoglio di Quarto 4 - Milano - tel. 3485630381 -0258317556


domenica 30 settembre 2018

LOS VANVAN IN CONCERTO A MILANO L'1 NOVEMBRE 2018


Ass. Naz. Volontari Guerra: Milano, 4 ottobre, h 19:00, Francesco Crispi e la sua politica



Riprendiamo i nostri incontri.
A due secoli esatti dalla nascita, avvenuta il 4 ottobre del 1818, di Francesco Crispi, ci riuniremo per comprendere i punti principali della politica di questo siciliano dal carattere fortissimo (Bismarck amava ricordarlo come il vero uomo "forte" dell'Europa di quegli anni). Francesco Crispi è stato consegnato alla dannazione della memoria che colpisce ritualmente gli uomini politici che, in Italia, si battono per "fare" e decidono in modo indipendente. Fu osteggiato fortemente dalla chiesa cattolica (pur essendo credente) alla quale sottrasse potere culturale ed economico. Nemico giurato della Francia, alla quale contese il dominio nel Mediterraneo occidentale e centrale e l'influenza nel Corno d'Africa e sul canale di Suez, fu travolto ormai in età non più giovane dalla disfatta militare di Adua oltre che dai sommovimenti sociali e dagli scandali che sconvolsero la Roma umbertina. Ci si è dimenticati tuttavia di quanto questo acceso rivoluzionario, in seguito monarchico, troppo tardi arrivato al potere ed osteggiato dal cerimoniale, primo uomo politico del Mezzogiorno ad assumere la carica di Presidente del Consiglio, fece per costruire un'Italia forte, unita, indipendente, socialmente più giusta e più istruita.
Giovedì, 4 ottobre, alle ore 19:00, presso la sede di via Duccio di Boninsegna 21/23 in Milano, incontro : "Creare la Nazione: la politica di Francesco Crispi"
Relatore unico: Andrea Benzi


venerdì 13 luglio 2018

Martedì 17 luglio, h 21:15, evento "L'ultimo Zar"- Ass. Nz. Volontari di Guerra di Milano



Cari Volontari, associati ed amici,
prima dell'ultima nostra iniziativa che, come ogni anno, ci vedrà presenti il 31 luglio a Magenta per omaggiare il monumento alla Medaglia d'Oro Cattaneo, caduto in Sicilia nel 1943, un altro evento ci impegna e ci attende, ed offriamo al nostro pubblico..
Il 17 luglio 1918, un secolo fa, ad Ekaterinburg sulle pendici orientali degli Urali, fu ucciso con tutta la sua famiglia lo zar Nicola II Romanov, già "Imperatore ed autocrate di tutte le Russie" 
Ad un secolo da quel drammatico episodio, ascolteremo una relazione di un ricercatore universitario sulla figura storica di questo tragico sovrano e discuteremo degli effetti e del significato della sua morte per la storia mondiale, europea, russa.
Martedì 17 luglio, ore 21.15, presso la sede di Via Duccio di Boninsegna 21/23, in Milano, incontro pubblico: "L'ultimo Zar"
Non mancate!
Andrea Benzi


Segretario Generale dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra
Presidente della Federazione provinciale di Milano


Invitiamo, ancora una volta, tutti coloro che non hanno ancora rinnovato l'adesione all'Associazione per il 2018 ad effettuare senza indugio il versamento dei 30 euro aggiungendovi un contributo per la gestione della sede.
IBAN  
IT 40 J 07601 01600 000037287208
Non mancate di sostenerci! 
Il nostro impegno pluriennale, la nostra determinazione sono sotto gli occhi di tutti.

La Federazione di Milano è e rimarrà all'esclusivo servizio della Patria italiana.




lunedì 25 giugno 2018

Assemblea Federazione provinciale Ass. Naz. Volontari di Guerra (Milano, 28 giugno 2018)



E' convocata ai sensi dello statuto sociale l'assemblea della Federazione provinciale di Milano dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra,  per giovedì 28 giugno, alle ore 21:00 in prima convocazione, alle ore 21:30 in seconda convocazione, con il seguente ordine del giorno:
1. Elezione del Segretario dell'Assemblea
2. Relazione del Presidente della Federazione sulle attività svolte e su quelle da svolgersi e discussione inerente.
3. Approvazione del bilancio dell'esercizio 2017
4. Commemorazione ed onori alla Medaglia d'Oro al Valor Militare Cozzi Roberto, milanese, caduto sul Monte Valbella (Asiago) il 29 giugno del 1918.
Luogo della riunione: sala pubblica presso la sede della Federazione, in Milano, via Duccio di Boninsegna 21/23, piano rialzato.
Possono partecipare con diritto di voto tutti gli associati d'onore e ordinari, secondo l'elenco presente nella Federazione.
E facoltà conferire ed assumere delega, con un limite di assunzione di 5 deleghe per associato presente.
Possono partecipare con diritto di parola tutti gli associati aderenti.
La riunione è aperta altresì al pubblico degli amici e simpatizzanti, che potranno intervenire solo dopo che gli associati avranno eventualmente esercitato la propria facoltà di parola.


Di seguito preannuncio le seguenti iniziative per il mese di luglio:
1. Lunedì 9 luglio, alle 21:15 sempre presso la sede milanese di via Duccio di Boninsegna 21/23, incontro su "Gustav Noske (1868-1946): socialdemocrazia e nazione" Relatore prof. Marco Cuzzi (Università degli studi di Milano)
Gustav Noske, tedesco del Brandeburgo, socialdemocratico prussiano, fu membro del governo del Reich guidato da Scheidemann unitamente al futuro Presidente del Reich Ebert. Insieme guidarono la Germania nel drammatico periodo che ebbe inizio con l'armistizio riconoscente la sconfitta nella prima guerra mondiale, nel novembre del 1918. Nei primi giorni del gennaio 1919, Gustav Noske, nel frattempo nominato ministro della difesa del Reich, soppresse la rivolta della Lega Spartachista, movimento comunista formato dai socialdemocratici bolscevichi e filosovietici. Nell'azione di contrasto, Gustav Noske fu particolarmente capace di garantirsi la collaborazione dei "Freikorps" (Corpi Franchi), ovvero di tutte quelle unità composte da Volontari che, nonostante la resa e lo smantellamento dell'esercito tedesco a guerra finita, non avevano smobilitato ed erano rimasti attivi e combattenti in particolare a difesa dei confini orientali del Reich. Fu proprio l'alleanza operativa fra reparti dell'esercito e Corpi Franchi che impedì il successo dell'insurrezione spartachista, sbarrando il propagarsi della rivoluzione bolscevica in Germania e nell'Europa occidentale.
Gustav Noske, in seguito oppositore di Hitler e del nazionalsocialismo, definito "socialtraditore" dai comunisti, rappresenta l'anima "nazionale" del partito socialdemocratico tedesco.
Nostro relatore ed ospite d'eccezione, che ringraziamo vivamente per avere accolto il nostro invito a parlarci di Gustav Noske e di quel periodo storico, sarà il prof. Marco Cuzzi, docente di storia all'Università degli studi di Milano.


2. Martedì 17 luglio, alle 21:15, sempre presso la sede milanese sopra indicata, incontro: "L'ultimo Zar".
Il 17 luglio 1918, un secolo fa, ad Ekaterinburg sulle pendici orientali degli Urali, viene ucciso con tutta la sua famiglia lo zar Nicola II, già "Imperatore ed autocrate di tutte le Russie"  Ad un secolo da quel drammatico episodio, ascolteremo una relazione di un ricercatore universitario e discuteremo sui suoi effetti e sul suo significato per la storia mondiale, europea, russa.


3. Da definire la data precisa (martedì 31 luglio ?) del consueto omaggio all'eroe Giovanni Cattaneo, caduto in Sicilia nel 1943, presso il suo monumento a Magenta con possibile "pizzata" finale dei partecipanti.


Invitiamo infine tutti coloro che non hanno ancora rinnovato l'adesione all'Associazione per il 2018 a effettuare senza indugio il versamento dei 30 euro aggiungendovi un contributo per la gestione della sede.
IBAN  
IT 40 J 07601 01600 000037287208
Non mancate di sostenerci! 
Il nostro impegno pluriennale, la nostra determinazione sono sotto gli occhi di tutti. 

La Federazione di Milano è e rimarrà all'esclusivo servizio della Patria italiana.


domenica 17 giugno 2018

Martedì 19 giugno, Milano, commemorazione di Francesco Baracca, caduto il 19 giugno 1918 sul Montello




Il 19 giugno 1918 ricorre il centesimo anniversario della morte di Francesco Baracca, caduto lo stesso giorno di un secolo fa sulle pendici del Montello (Treviso), contrastando coraggiosamente l'offensiva austro-ungarica sul Piave durante quella che passerà alla storia per la vittoriosa Battaglia del Solstizio.
Francesco Baracca, nato nel 1888 a Lugo di Romagna da una nobile famiglia locale, era stato ufficiale di Cavalleria, per poi passare ai reparti della costituita aeronautica militare di cui sarebbe diventato l'asso principale durante la prima guerra mondiale, con 34 abbattimenti di velivoli nemici.
Il simbolo della famiglia Baracca, era il "cavallino rampante", dallo stesso asso fatto dipingere sulle fusoliere degli aeroplani guidati in combattimento. Il "cavallino rampante", grazie al fascino esercitato su Enzo Ferrari, il quale accolse l'invito della madre di Francesco Baracca a farne simbolo della sua scuderia, divenne il marchio (e lo è tuttora ) della Ferrari, rappresentando un insolito e simbolico legame fra le gesta eroiche compiute in guerra dal pilota italiano e l'affermazione nel mondo di una delle più famose industrie italiane.
L'Associazione Nazionale Volontari di Guerra intende celebrare l'anniversario della morte dell'eroico aviatore con una breve cerimonia, preceduta, alle ore 18:00 da un omaggio (congiuntamente all'Associazione Arma Cavalleria) al monumento eretto in suo onore nell'omonima piazza in Milano. Dopo la cerimonia confluiremo quindi nella sala della sede ANVG (via Duccio di Boninsegna 21/23 - MM Buonarroti), per celebrare alle ore 18:45 l'evento e l'Eroe.


mercoledì 13 giugno 2018

QIU ZONGSUO RESPONSABILE NAZIONALE ACCONCIATORI ED ESTETISTI AGL



QIU ZONGSUO (cell. 3778180674, e-mail qiuzongsuo@gmail.com , sito alapmi-agl.blogspot.it  ) è stato attribuito, nell'ambito della Federazione ALAPMI-AGL,Alleanza Lavoratori Artigianato e Piccole e Medie Imprese aderente alla Confederazione AGL, Alleanza Generale del Lavoro, l'incarico di RESPONSABILE NAZIONALE ACCONCIATORI ED ESTETISTI.
QIU ZONGSUO gli auguri di buon lavoro da parte di tutta l'AGL


sabato 9 giugno 2018

Milano, sabato 16 giugno, ore 18:15, l'ANVG commemora Attilio Deffenu, sindacalista, avvocato, eroe morto sul Piave



100 anni fa, il 15 giugno 1918, iniziava la "Battaglia del Solstizio" che vide fallire l'ultimo tentativo di sfondamento austriaco sul Piave.
Nel secondo giorno della battaglia, a Croce di Fossalta, dove gli Austriaci avevano raggiunto la loro massima punta di penetrazione, moriva combattendo con la Brigata "Sassari" Attilio Deffenu.
Attilio Deffenu era nato a Nuoro nel 1890. Giovane socialista, si laurea in giurisprudenza a Pisa e diventa attivo come sindacalista in Sardegna. Giornalista collaboratore di diverse testate, è redattore de "La Lupa" diretta da Paolo Orano. Costituisce, con Maffeo Pantaleoni e Giovanni Preziosi la Lega Antiprotezionista che si batte per levare i dazi protettivi alle produzioni del Mezzogiorno e della Sardegna. Divenuto avvocato, si reca a Milano dove nel 1913 è fra i più attivi organizzatori del sindacalismo rivoluzionario, all'interno dell'Unione Sindacale Italiana, di cui è nominato responsabile del servizio legale, ed al fianco di Filippo Corridoni e Alceste de Ambris. Interventista nel 1914, è fondatore dei Fasci d'azione internazionalista ed animatore del movimento che spinge all'ingresso dell'Italia in guerra contro l'Austria-Ungheria. Arruolato, gli viene negata la partecipazione ai corsi allievi ufficiali e viene inviato in Sardegna. Schierato al fronte nel 1917, questa volta come ufficiale, diventa propagandista attivo nella Brigata "Sassari", una delle poche unità dell'esercito ad essere composta da soldati arruolati in una sola regione. Valoroso combattente, muore cento anni fa, il 16 giugno del 1918 sul Piave.
L'Associazione Nazionale Volontari di Guerra intende commemorare e celebrare la figura di questo intellettuale militante, studioso, sindacalista e combattente, morto a 28 anni.
Un breve ricordo della biografia dell'eroe e della Battaglia del Solstizio, con lettura della Medaglia d'argento al valor militare a lui conferita, verrà organizzato presso la sala pubblica della nostra sede, sabato 16 giugno alle ore 18:15, presso la nostra sede milanese in via Duccio di Boninsegna 21/23.
Siete invitati a partecipare ed a sostenere l'iniziativa.

Andrea Benzi
Segretario Generale dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra
Presidente della Federazione provinciale di Milano


giovedì 3 maggio 2018

Mercoledì 9 maggio, h 18.30, in Milano: "Aldo Moro, il Fascismo, la Guerra" organizza ANVG



Mercoledì 9 maggio, ore 18:30, in Milano, via Duccio di Boninsegna 21/23, in occasione dei quarant'anni della morte di Aldo Moro, l'Associazione Nazionale Volontari di Guerra organizza l'evento: "Aldo Moro, il Fascismo, la Guerra"
Relatore avv. Andrea Benzi - Segretario Generale ANVG

Molto si è scritto, si è detto, si è comunicato in questi ultimi mesi sulla figura di Aldo Moro, di cui ricorre il 9 maggio 2018, il quarantennale della sua tragica morte. Tutto è stato incentrato sul suo percorso politico "istituzionale" dall'Assemblea Costituente, alla sua ascesa nella Democrazia Cristiana avvenuta negli anni '50, al suo programma politico e di governo che inaugurò la stagione del "centro-sinistra", fino all'ideazione del "compromesso storico", ovvero all'accordo politico con il Partito Comunista Italiano, disegno per cui andò a morire. Ancor di più i dibattiti si sono concentrati su misteri e complotti che avrebbero accompagnato e pervaso il suo rapimento e la sua uccisione, quando non sullo sconcerto suscitato dalla vanità mostrata oggi dai suoi uccisori (e della sua scorta), praticamente tutti in libertà.
Con l'evento in questione vogliamo evidenziare un lato negletto e volutamente dimenticato quando non occultato della biografia di Aldo Moro, ovvero il suo formarsi, pur Presidente della Federazione Universitaria Cattolica Italiana (FUCI), come universitario (partecipò a due Littoriali) e giovane professore di diritto durante il Fascismo, nell'Università fascista "dominata" dai Giovani Universitari Fascisti, e nei primi anni di una guerra (quella mondiale) che non vide certo il giovane Aldo Moro come oppositore, sia sotto l'aspetto contingente, sia sotto l'aspetto del significato della guerra da lui, fervente cattolico, colto in modo non certo negativo.


sabato 21 aprile 2018

PAOLO ZHU NUOVO RESPONSABILE SEDE SINDACALE AGL , VIA BRAMANTE 1, MILANO

                                           (nella foto: Paolo Zhu)

Paolo Zhu è il nuovo Responsabile della sede Sindacale AGL di Milano, Via Bramante 1.
A Paolo gli auguri di buon lavoro da parte di tutta l'AGL.

mercoledì 18 aprile 2018

ANVG Milano, venerdì 20 aprile, h 18:30: Charles Maurras ed il nazionalismo integrale


20 aprile 1868: 150 anni fa nasceva in un comune della Provenza alle "bocche" del Rodano, Charles Maurras. Pensatore atipico e controcorrente, nazionalista francese, visceralmente antitedesco e monarchico, antisemita, per decenni rappresentò un'alternativa di pensiero, culturale e politica ai partiti democratici, radicali, socialisti e liberali della Francia contro i quali sempre si schierò non risparmiando mai toni polemici ed accesi, quando non violenti. Fondatore di "Action Francaise", oppositore del socialismo, sostenitore di un'alleanza con l'Italia fascista negli anni 30, fu ostile alla Germania e ad Hitler nel 1939 e nel 1940, assertore della guerra, ammiratore e sostenitore durante la "drole de guerre" di de Gaulle e del suo ruolo di modernizzatore dell'esercito francese. Fu anche Accademico di Francia. Collaboratore di Petain durante la Repubblica cosiddetta di Vichy, di cui fu artefice del programma di "rivoluzione nazionale", ma diffidente sia verso Laval, sia verso Doriot, non fu mai pienamente collaborazionista della Germania, tanto da aver salva la vita durante il processo che, alla fine della guerra, lo condannò comunque all'ergastolo, finendo infine per usufruire di un provvedimento di grazia per motivi di salute pochi mesi prima di morire.
Venerdì 20 aprile, alle ore 18:30, in Milano, via Duccio di Boninsegna 21/23 (MM Buonarroti) ripercorreremo la biografia ed il contenuto del contributo politico di Charles Maurras alla storia francese ed europea.
Relatore: prof. Francesco Menna (Consigliere direttivo ANVG Milano)
Chiude: avv. Andrea Benzi (Segretario Generale ANVG - Presidente della Federazione provinciale di Milano)



PATRIA E ONORE





sabato 7 aprile 2018

SEDE AGL DI VIA BRAMANTE 1, MILANO - COME RAGGIUNGERLA - I SERVIZI PIU' RICHIESTI





APERTURA A MILANO, VIA BRAMANTE 1 (CHINATOWN), DI UNA NUOVA ULTERIORE SEDE DI AGL


Grazie all'impegno di Liu Haiyan (resp. Naz. AGL CINA) e di Paolo Zhu ( responsabile della nuova sede sindacale) apre da lunedì 9.4.2018 alle 11,00, a Milano, Via Bramante 1 (Chinatown), un'ulteriore nuova sede di AGL che si va ad aggiungere, a Milano,  a quella di Via Antonio Fogazzaro 1.
In essa, particolarmente nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 11 alle 19, verranno forniti ai lavoratori e ai cittadini (cinesi ma non solo) tutti i servizi offerti già da AGL , particolarmente apprezzati dall'utenza.
Vi aspettiamo numerosi!
(fermata ATM Piazza Lega Lombarda (tram 12 e 14); MM più vicine: MM5 Lilla "Cenisio" o MM Verde "Moscova")