Confederazione Sindacale A.G.L. Alleanza Generale del Lavoro

Confederazione Sindacale A.G.L. Alleanza Generale del Lavoro
(confederazione sindacale dei lavoratori) codice fiscale: 97624870156; atto costitutivo (e statuto) registrato presso l'Agenzia delle Entrate, DP I MILANO-UT di Milano 1, in data 04/06/2012, serie 3, n.7107- sede naz.le:Via Antonio Fogazzaro 1, sc.sin. 3° piano, 20135 Milano, tel.3349091761, fax +39/1782736932, Whatsapp 3455242051, e-mail agl.alleanzageneraledellavoro@gmail.com ; e-mail certificata: alleanzageneraledellavoro@pec.it

sabato 9 giugno 2018

Milano, sabato 16 giugno, ore 18:15, l'ANVG commemora Attilio Deffenu, sindacalista, avvocato, eroe morto sul Piave



100 anni fa, il 15 giugno 1918, iniziava la "Battaglia del Solstizio" che vide fallire l'ultimo tentativo di sfondamento austriaco sul Piave.
Nel secondo giorno della battaglia, a Croce di Fossalta, dove gli Austriaci avevano raggiunto la loro massima punta di penetrazione, moriva combattendo con la Brigata "Sassari" Attilio Deffenu.
Attilio Deffenu era nato a Nuoro nel 1890. Giovane socialista, si laurea in giurisprudenza a Pisa e diventa attivo come sindacalista in Sardegna. Giornalista collaboratore di diverse testate, è redattore de "La Lupa" diretta da Paolo Orano. Costituisce, con Maffeo Pantaleoni e Giovanni Preziosi la Lega Antiprotezionista che si batte per levare i dazi protettivi alle produzioni del Mezzogiorno e della Sardegna. Divenuto avvocato, si reca a Milano dove nel 1913 è fra i più attivi organizzatori del sindacalismo rivoluzionario, all'interno dell'Unione Sindacale Italiana, di cui è nominato responsabile del servizio legale, ed al fianco di Filippo Corridoni e Alceste de Ambris. Interventista nel 1914, è fondatore dei Fasci d'azione internazionalista ed animatore del movimento che spinge all'ingresso dell'Italia in guerra contro l'Austria-Ungheria. Arruolato, gli viene negata la partecipazione ai corsi allievi ufficiali e viene inviato in Sardegna. Schierato al fronte nel 1917, questa volta come ufficiale, diventa propagandista attivo nella Brigata "Sassari", una delle poche unità dell'esercito ad essere composta da soldati arruolati in una sola regione. Valoroso combattente, muore cento anni fa, il 16 giugno del 1918 sul Piave.
L'Associazione Nazionale Volontari di Guerra intende commemorare e celebrare la figura di questo intellettuale militante, studioso, sindacalista e combattente, morto a 28 anni.
Un breve ricordo della biografia dell'eroe e della Battaglia del Solstizio, con lettura della Medaglia d'argento al valor militare a lui conferita, verrà organizzato presso la sala pubblica della nostra sede, sabato 16 giugno alle ore 18:15, presso la nostra sede milanese in via Duccio di Boninsegna 21/23.
Siete invitati a partecipare ed a sostenere l'iniziativa.

Andrea Benzi
Segretario Generale dell'Associazione Nazionale Volontari di Guerra
Presidente della Federazione provinciale di Milano


Nessun commento:

Posta un commento